Scalo Milano: i provvedimenti sugli affitti ai suoi commercianti

Il villaggio outlet Scalo Milano, alle porte della città, a di Locate di Triulzi,
ospita 150 negozi, 15 ristoranti e un’area dedicata al design.
L’amministratore delegato Davide Lardera comunica che insieme al Gruppo Lonati,
la proprietà del villaggio, ognuno dovrà fare la sua parte, in questo momento di
emergenza, interrompendo per il momento gli affitti.

E’ uno degli esempi di gestione sensata di una organizzazione come questa,
dove più attività con grossi impegni legati a fornitori, fee dovute ai franchisee,
stipendi ai dipendenti, ecc… si sono trovati a dover interrompere immediatamente
la loro attività, con danni davvero ingenti.
E’ il modus operandi da seguire in questo momento unico e storico, negativamente
parlando… e si spera che venga replicato anche da altri gruppi in realtà analoghe e
dai proprietari di immobili occupati da attività di ogni tipo, in ogni zona del paese,
dalle piccole, medie e grandi imprese.
L’idea alla base della scelta di cancellare il canone di locazione di Aprile e spostare
il pagamento dei canoni di Maggio e Giugno a Dicembre è che ognuno, in questa
situazione di emergenza, deve fare la sua parte, si deve mettere per una volta
nei panni dell’altro, capire e agire responsabilmente.
E’ certo un sacrificio, per tutti, infatti in un mondo giusto, sarebbe appunto giusto,
che nessuno fosse messo nelle condizioni di non pagare,nonostante la forte crisi,
grazie all’intervento dello Stato che immette liquidità per rispondere alla crisi e
non farla pesare al suo popolo fatto di cittadini e imprese.
Opinioni a parte, a detta dell’Ad di Scalo Milano, nonostante la crisi attuale, il gruppo
ha ancora una visione positiva sull’andamento dell’intero 2020.

Scalo Milano: l'outlet di moda e food a Milano, mette in pausa gli affitti durante l'emergenza Coronavirus.
Scalo Milano mette in pausa gli affitti durante l’emergenza Coronavirus

Gli azionisti del gruppo Lonati, leader nel mercato della produzione di macchinari tessili,
hanno quindi deciso responsabilmente di aiutare in modo concreto i negozi
di Scalo Outlet & More, per affrontare serenamente la ripresa, quando tutto sarà finito,
nei prossimi mesi.
Per il rilancio delle attività, saranno necessarie le energie di tutti e lo spirito di squadra
e grazie a questi si rinforzeranno le relazioni e la fiducia fra il gruppo e i propri partners.

Scalo Milano è in stand-by, ma non totalmente

Le attività del centro sono ferme dal 12 Marzo, per alcune attività è stato semplice
organizzare progetti e stores online e il lavoro in smart-working,
mentre per la ristorazione è stata un’altra cosa, ma si sono organizzati dei corsi
di formazione online: un modo per continuare a restare in contatto e sentirsi comunità,
oltre che per proiettare tutti al futuro.

Anche Scalo Milano lavora in smartworking adesso che si trova chiuso per la quarantena
Scalo Milano è chiuso per la quarantena durante l’emergenza

Prospettive per il 2020

L’inizio dell’anno erano andato bene, con un fatturato degli oltre 150 negozi e
dei 15 ristoranti cresciuto del 23% rispetto allo stesso periodo del 2019 e la crescita
prevista per l’intero anno era del 25%, mentre adesso tutto dipenderà da quando
si potrà riaprire e sopratutto dai ritmi post emergenza: le persone torneranno
con molta cautela a fare acquisti, ma il centro commerciale di Locate Triulzi
ha il vantaggio di essere all’aperto e di avere i prezzi da outlet, quando il consumatore
chiuso in casa per qualche mese, potrà finalmente tornare a sfogarsi un po’,
magari facendo un po’ di shopping.

Scalo Milano ha sempre puntato molto anche sul bacino di clienti di Milano e su quelli
extra Ue, che avranno, sopratutto per quest’ultima fetta di mercato,
una ripresa più lenta.
Si conterà quindi in vista dell’estate, sopratutto su un turismo italiano – dichiara
Lardera (Ad di Scalo Milano).

Anche Scalo Milano contribuisce all'aiuto agli ospedali impegnati alla lotta al Covid-19
Solidarietà di Scalo Milano per la lotta al Covid-19

Le donazioni per l’emergenza

La Lonati Spa ha elargito 20mila Euro ad AiutiAMO Brescia e Scalo Milano Outlet & More,
ha devoluto 50mila Euro all’ospedale Sacco di Milano.

Pubblicato da FUTURO IMMOBILIARE

Consulenza immobiliare e studio di Architettura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: