Il mercato immobiliare a Milano: la tendenza delle quotazioni in salita

Con la pandemia, ci sono stati una serie di cambiamenti nell’andamento del
mercato immobiliare, dal calo momentaneo della richiesta degli affitti brevi,
causato soprattutto dalla minore presenza degli studenti, dei lavoratori in
trasferta e dei turisti, alla richiesta concentrata ora nuovamente,
sulle metrature più grandi.
Quest’ultima è una tendenza a livello nazionale: dopo il lockdown, è sempre
più importante, per i potenziali acquirenti, disporre di una casa con maggiori
comfort.
Chi dispone quindi di una maggiore liquidità, cerca in zone ora più
decentrate, dove si può trovare una casa a prezzi più abbordabili per Milano,
più grande, luminosa e vivibile.
Chi invece ha possibilità più ridotte, punta all’hinterland.

Milano parco Sempione

La domanda sugli immobili di pregio, è ormai ripartita: lo confermano i report di
Engel & Volkers e Nomisma.
In tutte le aree dove le case hanno quotazioni di almeno 5000 Euro al metro
quadro, si registrano aumenti di prezzo.
Allo stesso modo aumenta anche il gap tra gli immobili di qualità e quelli di minore
appeal e questo vale soprattutto nella cerchia dei Navigli.
Nel quadrilatero, la differenza di una casa con caratteristiche di pregio e ristrutturata
e una da rifare, arriva fino a 10.500 Euro al metro quadro e in Piazza Sant’Ambrogio
fino a 8.800 Euro.

Andamento prezzi nel mercato immobiliare a Milano


E’ emerso dunque, che chi oggi può spendere 5.200 Euro al metro quadro, tende
ad acquistare nelle zone di San Siro e Bande Nere.
Allo stesso modo, in zone prima considerate di periferia estrema, come Vigentino,
fino all’area dello IEO, Santa Giulia e Cascina Merlata, aumenta l’interesse di chi
sta cercando casa.

A fronte dell’aumento dei prezzi per l’acquisto, i canoni di affitto invece, nelle aree
di pregio, stanno scendendo, soprattutto a causa dell’eccesso dell’offerta,
anche perché, come già detto, sono oggi disponibili molti immobili di grandi
metrature prima destinati in gran parte agli affitti brevi.

L’aumento prezzi però sta registrando un incremento leggero del 0,6%, rispetto
alla prima metà del 2019 e in città, nel primo semestre, sono state vendute
13.274 abitazioni.
A livello nazionale invece, l’aumento è stato del 21,7% sul 2019.
Con l’aumento della richiesta verso l’hinterland, la richiesta di prezzo di chi vende
ora abitazioni che non rientrano negli standard di alta qualità, faticano a incontrare
una domanda media, che tende a non oltrepassare i 5000 Euro al metro quadro.

Giovani che comprano casa a Milano

Questo vale soprattutto per i giovani, che nonostante i provvedimenti di
governo, che agevolano l’acquisto con condizioni agevolate, in periferia
riescono ad accedere al massimo all’acquisto di un bilocale, mentre
in una buona periferia, riescono già a comprare un trilocale.
Sicuramente anche questo aspetto porta un nuovo impulso al mercato
cittadino, se i venditori non pretendono prezzi troppo spinti.

Pubblicato da HOME PASSION

Home Passion - Il blog di Federico Musio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: