Legge di Bilancio 2020: le novità

A fine anno scorso è entrata in vigore la Legge di Bilancio n.160 del 27/12/2019: ecco dunque tutte le novità nel settore immobiliare.

DEDUCIBILITA’ IMU
Per il periodo di imposta 2020 viene confermata al 50% la deducibilità IMU per gli immobili a uso professionale.

ALIQUOTA CEDOLARE SECCA PER CONTRATTI A CANONE CONCORDATO
Per i contratti a canone concordato, viene confermata la riduzione al 10% dell’aliquota della cedolare secca nei comuni con alta tensione abitativa.

EFFICIENZA ENERGETICA
A partire dal 2020, in caso di intervento di ristrutturazione importante “di primo livello” di valore pari o superiore a 200 mila Euro per il miglioramento dell’efficienza energetica sulle parti comuni di un edificio condominiale, si può chiedere alla ditta che effettua l’intervento, un contributo dello stesso valore dei lavori effettuati e la ditta verrà rimborsata attraverso un credito di imposta.

ECOBONUS
Confermata per il 2020 la detrazione del 50% dalle imposte se, dal 01/01/2018 in poi, si sono fatti acquisti e posa in opera di: finestre comprese di infissi, schermature solari, sostituzione di impianti di climatizzazione invernale, impianti con generatori di calore alimentati a biomasse combustibili(fino max 30 mila Euro di detrazione), impianti con caldaie a condensazione con efficienza energetica almeno di classe A.
Confermata anche la detrazione al 65% per le spese di: acquisto e posa in opera di generatori di aria calda a condensazione(massimo 30 mila Euro), acquisto pannelli solari per produzione di acqua calda(fino a 60 mila Euro), acquisto di sistemi di building automation(senza limite di detrazione), sostituzione di impianti di climatizzazione invernali con impianti con pompe di calore ad alta efficienza o geotermici a bassa entalpia(massimo 30 mila Euro), sostituzione di scaldacqua tradizionali con modelli a pompa di calore dedicati alla produzione di acqua calda sanitaria(massimo 30 mila Euro), acquisto e posa in opera delle schermature solari(massimo 60 mila Euro) e di micro-cogeneratori in sostituzione di impianti esistenti(massimo 100 mila Euro).

ECOBONUS Condomini
Detrazioni consentite anche per interventi di riqualificazione energetica relativa alle parti comuni degli edifici condominiali per il 70% se interessano l’involucro dell’edificio, a partire dal 25% della sua superficie e se questi interventi servono a migliorare la prestazione energetica invernale ed estiva, la detrazione passa al 75%.
L’ammontare di spesa complessivo su cui devono essere calcolate le detrazioni non deve essere superiore a 40 mila Euro per il numero di unità immobiliari che compongono l’edificio.
Se queste riqualificazioni poi, sono effettuate nelle zone sismiche 1, 2 e 3, per ridurre appunto il rischio sismico passando a una classe di rischio inferiore, la detrazione è del 80% o del 85% se la riduzione è di due classi di rischio.

SISMABONUS
Confermato per il 2020 il SISMABONUS per misure antisismiche di messa in sicurezza statica delle parti strutturali di edifici nelle zone sismiche 1 e 2, con detrazioni del 50% se non vi sono miglioramenti della classe di rischio sismico, del 70% se vi è il miglioramento di una classe di rischio e del 80% per due classi di rischio.

BONUS ristrutturazione edilizia e BONUS mobili
Chi esegue lavori di recupero edilizio iniziati dal 01/01/2019 con le relative detrazioni fiscali, può chiedere anche una detrazione dell’imposta lorda per le spese sostenute nel 2020 per mobili e grandi elettrodomestici di classe A+ e A per i forni, il tutto per un ammontare non superiore a 10 mila Euro(detrazione del 50% della spesa totale).

BONUS FACCIATE
Gli interventi di recupero delle facciate esterne, su balconi o su ornamenti e fregi(compreso pulitura e tinteggiatura), fatti nel 2020 per gli edifici in zona A o B, prevedono la detrazione del 90%, divisa in dieci quote annuali di pari importo, dall’anno 2020 in poi.

IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLE PLUSVALENZE nella cessione di immobili
Qui la nota dolente per gli investitori immobiliari, con il passaggio dal 20% al 26% per l’IRPEF applicata alla plusvalenza, cioè all’aumento di valore realizzato in caso di cessione di un bene immobile acquistato o costruito entro cinque anni. Il cedente, come prassi già consolidata, per il versamento può incaricare il notaio, che farà da sostituto di imposta.

CEDOLARE SECCA LOCALI COMMERCIALI
Altra nota dolente: non è stata prorogata la cedolare secca per i negozi, opzione che era invece possibile applicare nel 2019.

HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA IMMOBILIARE O DI ARCHITETTURA?
VUOI UNA VALUTAZIONE RAPIDA E DETTAGLIATA DEL TUO IMMOBILE

CHIEDERE NON COSTA NULLA

SCRIVICI UNA RICHIESTA VIA FORM QUI

Chiama subito Futuro Immobiliare
Un consulente di Futuro Immobiliare è subito disponibile per qualsiasi informazione

Pubblicato da FUTURO IMMOBILIARE

Consulenza immobiliare e studio di Architettura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: