Spred: che cos’è e come seguirlo

Spread tradotto significa “differenziale”, cioè la differenza di rendimento tra due titoli.
Non parliamo solo di titoli di stato, ma anche di obbligazioni e di azioni.
La cosa fondamentale quando si parla di spread è che i titoli abbiano in comune tipologia e durata.

Spread Europa
Se parliamo dell’economia europea i titolo di riferimento di solito sono i Bund, cioè i titoli
di stato emessi dalla Germania(Bundesanleihe), questo perché la Germania viene considerata come uno stato con forte solidità economica.

Lo spread può essere anche definito bid-ask spread, cioè la differenza tra il prezzo stabilito dal venditore(ask) e ciò che il potenziale acquirente è disposto a sborsare per pagare il titolo(bid).
Lo spread è importante perché è un indicatore di liquidità del mercato.

Cos’è lo Spread Bond?
Facciamo un esempio su spread Btp-Bund: se un Btp con una certa scadenza ha una resa dell’8%, e il corrispettivo Bund tedesco con la stessa scadenza rende il 4%, per calcolare lo spread, si dovrà sottrarre il rendimento del Bund a quello del Btp, quindi in questo caso, 8-4=4%, che corrisponde a 400 punti base.

Come si determina lo spread?
Lo spread viene determinato giornalmente, in base alle contrattazioni di mercato sui titoli, quindi il suo valore viene, in gran parte, determinato dal mercato secondario.
E’ un valore chiave nel mondo della finanza, infatti il rendimento atteso o richiesto
(che alla fine viene offerto) sale e scende in base alla fiducia di investitori e creditori.
Lo spread è misurabile anche in relazione ai potenziali squilibri tra la domanda e l’offerta
dei titoli.
Quando la domanda è superiore all’offerta, il rendimento diminuisce per equilibrare l’offerta, se invece l’offerta supera la domanda, il rendimento aumenta con l’intento di riequilibrare la domanda.

E’ importante sottolineare che i redimenti dei titoli emessi, cioè i titoli che vengono scambiati sul mercato secondario, hanno un valore predeterminato già al momento della loro emissione, quindi il prezzo può essere pari a quello nominale(si dice che l’emissione del titolo è alla pari), oppure maggiore dal momento in cui il prezzo di emissione è sotto al prezzo nominale(sopra la pari).
Per questo tipo di titoli modificare il tasso è impossibile, a meno che non si vada a variare il valore di trattazione.

Cerchiamo di capire meglio cos’è lo spread con questo concetto: quando il tasso di interesse nominale non riesce a soddisfare gli operatori perché è troppo basso, il titolo sarà negoziato ad un valore più basso, fino al momento in cui il tasso effettivo(tasso nominale/valore effettivo in % che tiene conto della differenza negativa tra il prezzo pagato e il valore nominale correttamente attualizzato) non raggiungerà un livello ritenuto idoneo dal mercato.

FUNZIONI DELLO SPREAD

Lo spread ci fornisce informazioni sulla capacità dell’emittente, che può essere uno stato, nel caso di un titolo di stato, di portare a termine le proprie attività finanziarie.
Quindi nel caso di uno stato, lo spread misura la capacità dello stato stesso di rifinanziare il proprio debito pubblico.
Per rifinanziare il debito pubblico uno stato deve emettere delle nuove obbligazioni.
quindi, più alto è lo spread, più bassa è la capacità di quello stato di perseguire questo obiettivo, perché i tassi di interesse saranno molto più alti tanto da diventare insostenibili.
Quindi spread molto alti, avranno delle importanti ripercussioni sui tassi di interesse e in questo caso lo stato deve creare un’asta di titoli, allo scopo di poterli collocare, con due possibili conseguenze:

  1. Nel medio lungo termine lo stato non sarà in grado di fare fronte agli obblighi derivanti dai tassi di interesse alti, andando incontro al cosiddetto Default(fallimento), che in gergo tecnico si chiama insolvenza sovrana.
  2. Si va incontro a drastiche politiche si spending review con politiche di bilancio che diventeranno restrittive.
    Le conseguenze sono, la riduzione della spesa pubblica, l’aumento delle tasse per i cittadini, con rialzo di IVA e accise.
    L’intento di evitare il fallimento, però, comporta una diminuzione del denaro a disposizione di ogni cittadino (il reddito pro-capite), con la diminuzione della domanda per forza di causa maggiore.
    Queste misure comportano naturalmente un rallentamento della crescita dello stato.

Un’altra funzione dello spread è quella di misurare il grado di valore del rischio finanziario, in relazione a un certo investimento in titoli, cioè l’eventuale difficoltà per il creditore di recuperare il credito stesso.
Rischio e rendimento sono fortemente legati tra loro da un rapporto di proporzionalità:
più alto è lo spread, più alto è il rischio che si corre dal momento in cui si acquista un titolo.

Cos’è lo spread inteso come indicatore?

Lo spread fornisce informazioni sul guadagno che deriva dall’acquisto di un titolo a discapito del titolo di riferimento.

Indicatore di Rating

Grazie a questa misura si può denotare il grado di affidabilità(rating) del debitore che emette il titolo(lo stato Italiano se parliamo di BTP).
Un titolo di stato(obbligazione), mette lo stato nel ruolo di debitore e l’acquirente nel ruolo di creditore.
Se lo stato non è nelle condizioni di poter restituire il credito, sarà insolvente, per questo più alto è lo spread, più alto è il rischio per l’acquirente.
Il mercato, quindi, valuterà poi quello stato come poco affidabile a causa del suo maggiore grado di insolvenza.
Più alto è lo spread più bassa sarà la fiducia, al contrario: più basso e lo spread e maggiore sarà la fiducia.

Un indicatore universale

Lo spread è universale e il suo valore può essere conosciuto, simultaneamente in tutto il mondo.
Essendo la quotazione dello spread in tempo reale, gli investitori potranno avere informazioni chiave prima di investire in titoli di stato nazionale o internazionale.

Il mercato secondario e il funzionamento

I titoli di Stato che vengono scambiati sui mercati secondari, sono accessibili a tutti gli investitori, anche retail.
Anche i piccoli risparmiatori quindi possono investire in titoli di Stato.
Il mercato secondario di riferimento, è soggetto ad una forte volatilità, maggiore rispetto a quella del mercato primario.
Per questo la quotazione risente fortemente del sentimento del momento, in base alle notizie politiche, economiche di quell’economia di riferimento: si parla appunto di “sentiment”.
Tutte le quotazioni che si scambiano sul mercato primario, hanno un andamento decisamente più moderato.
Gli operatori che potranno partecipare all’asta, infatti, saranno molti meno rispetto ad una massa indistinta di investitori retail.
Nel mercato primario pochi attori investono grandi capitali, mentre in quello secondario tanti investitori investono poco capitale ciascuno raggiungendo, però, anche grandi cifre.
E’ da tenere in considerazione, che sul mercato primario, le movimentazioni sono frutto di intuizioni professionali e di analisi derivate dallo studio di una serie di informazioni da tutto il mondo.
Le quotazioni del mercato secondario quindi, influenzeranno ben poco le quotazioni del mercato primario su titoli aventi le stesse caratteristiche.

Quotazione dello spread: dove si consulta?

Per monitorare l’andamento spread tra i titoli di stato italiani e i titoli di stato tedeschi,
potete visitare il sito investing.com, dove si può vedere il grafico in tempo reale per analizzare lo spread titoli di stato Italia e Germania e avere la quotazione sempre a portata di mano.
Guarda adesso l’andamento spread Btp in tempo reale cliccando QUI

HAI BISOGNO DI UNA CONSULENZA IMMOBILIARE O DI ARCHITETTURA?
VUOI UNA VALUTAZIONE RAPIDA E DETTAGLIATA DEL TUO IMMOBILE

CHIEDERE NON COSTA NULLA

SCRIVICI UNA RICHIESTA VIA FORM QUI


OPPURE CHIAMACI AL NUMERO

349/7282447

Pubblicato da FUTURO IMMOBILIARE

Consulenza immobiliare e studio di Architettura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: